martedì 24 maggio 2011

COMUNICATO STAMPA

ACCORDO DISATTESO LA FONDAZIONE SANTA LUCIA DI NUOVO IN PIAZZA.

MANIFESTAZIONE MERCOLEDI’ 25 MAGGIO ORE 10.00 IN VIA ROSA RAIMONDI GARIBALDI 7 A ROMA (SOTTO LA SEDE DELLA GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO).


Roma 24 maggio 2011. Il Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia aderisce alla manifestazione indetta dalle Organizzazioni Sindacali Aziendali per mercoledì 25 maggio alle ore 10.00 in Via Rosa Raimondi Garibaldi 7.

Dopo oltre un anno e mezzo di manifestazioni e sit-in di protesta per scongiurare la chiusura della Fondazione i lavoratori, gli utenti e i familiari sono costretti a scendere nuovamente in piazza per far sentire la loro voce, nonostante lo scorso 7 aprile la Regione Lazio insieme alla Fondazione Santa Lucia, alle organizzazioni sindacali e al Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia abbia sottoscritto un verbale in cui si delineavano gli interventi per avviare un piano risolutivo della vertenza della Fondazione. I cinque punti sottoscritti sono stati tutti ignorati sia nella parte economica, sia in quella relativa al confronto attraverso tavoli in cui si sarebbe dovuto definire il percorso per la sopravvivenza della Fondazione stessa.

Una situazione intollerabile che determina un accanimento nei confronti della Fondazione con un taglio del 20% dei fondi, determinato dal decreto n. 24/11, che si inserisce in un quadro inspiegabilmente peggiorativo nei confronti della struttura.
La latitanza dell’attuale Amministrazione regionale è rimarcata anche dalla mancata trasformazione dei posti da semi-residenziale a non residenziale della riabilitazione infantile, un’operazione a costo zero che andrebbe incontro alle esigenze di moltissimi bambini in cura al Santa Lucia.

La Fondazione, nonostante la crisi economica che sta attraversando, dimostra il suo valore sociale e la profonda conoscenza della disabilità e del valore dell’integrazione anche attraverso lo sport. Quest’anno, come da 20 anni a questa parte, la squadra di basket in carrozzina disputerà la finale del Campionato d’Italia, mentre quelle di mini-basket e di nuoto hanno già conquistato il podio più alto. Una storia che si ripete a conferma della qualità del lavoro svolto in tutti gli ambiti e che l’attuale amministrazione regionale vuole spezzare.

Questa manifestazione è determinante per la sopravvivenza della Fondazione. Come Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia pretendiamo il rispetto degli accordi sottoscritti e la loro immediata applicazione.

1 commento:

  1. E' vergognoso come la Polverini, che sembrava interessata ai problemi del Santa Lucia, non solo continua ad ignorarli, ma addirittura si fa beffa dell'opinione pubblica e dei lavoratori del S.L. sottoscrivendo accordi che puntualmente non rispetta, mancando di parola e dimostrando grande disprezzo nei confronti dei tantissimi disabili che fruiscono dei servizi impareggiabili del Santa Lucia.
    Stavolta ha proprio toccato il fondo, e se non mantiene la parola data dopo l'ultimo accordo siglato, se le è rimasto un briciolo di coscienza e di rispetto per se stessa, farebbe bene a rassegnare le dimissioni per manifesta incapacità gestionale.

    RispondiElimina