Torna a parlare il blog del Coordinamento Salviamo L'Ospedale Santa Lucia

Torna a parlare il blog del Coordinamento Salviamo L'Ospedale Santa Lucia

venerdì 26 febbraio 2010

INCONTRO TRA LA DIREZIONE DEL SANTA LUCIA, IL MINISTRO FAZIO E IL SOTTOSEGRETARIO LETTA

Oggi, 26 febbraio alle ore 16,00 si svolgerà l'incontro tra il direttore generale della Fondazione Santa Lucia, Dr.Luigi Amadio, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta e il Ministro della Salute Ferruccio Fazio a Palazzo Chigi.

giovedì 25 febbraio 2010

COMUNICATO STAMPA

INCONTRO MINISTRO DELLA SALUTE, IMPEGNI PRESI, STAREMO A VEDERE

Stamattina al Ministero della salute si è tenuto un incontro tra la delegazione del S. Lucia, rappresentata dalla Direzione Generale, dal Comitato “Salviamo l’ospedale S. Lucia”, dai genitori dei bimbi della palestra e dai rappresentanti dei lavoratori, il Ministro, on. Ferruccio Fazio, ed il Commissario ad Acta prof. Guzzanti.

Il Ministro, dopo aver ascoltato alcuni dei rappresentanti della delegazione, si è pronunciato rispetto agli interventi che possono essere realizzati nel breve e nel lungo periodo. In particolare, per il breve periodo, ha fornito garanzie ai genitori dei bimbi della palestra rispetto alla immediata richiesta di riconversione dei posti da semiresidenziali a non residenziali o ambulatoriali, ex art. 26. A tal proposito, ha chiesto al prof. Guzzanti di attivarsi immediatamente. Pertanto, sarà cura del comitato e, soprattutto, della Direzione del S. Lucia verificare che il citato provvedimento di conversione venga attuato entro tempi ragionevoli per scongiurare l’imminente rischio di dimissione o di riduzione dei servizi per gli utenti della palestra.

Rispetto alle richieste avanzate dai lavoratori, di tipo economico - finanziario, riconducibili a quelle della Direzione Generale, sono in corso tra il Ministero e quest’ultima una serie di trattative. Il problema, per il Ministro, può ritenersi risolvibile solo nel lungo periodo e con l’insediamento del nuovo governo regionale. Tuttavia, domani è previsto un ulteriore incontro tra le parti al termine del quale la Direzione potrà fornire indicazioni precise rispetto alle richieste avanzate.

Il Ministro, infine, ha precisato che, oltre al suo Ministero, il Governo si sta attivando per trovare una soluzione al problema che riguarda sia la Fondazione S. Lucia che gli IRCCS in generale ed ha sottolineato che le spinose questioni di carattere economico – finanziario relative agli anni passati dovranno essere gestite dalla Direzione con gli Enti competenti.

A seguito dell’esito dell’incontro di domani e della verifica dell’attuazione del provvedimento di conversione, valuteremo eventuali nuove azioni da intraprendere.

lunedì 22 febbraio 2010

RINVIO INCONTRO CON IL MINISTRO DELLA SALUTE

L'incontro con il Ministro della Salute e una delegazione rappresentativa della Fondazione, composta dalla Direzione, dagli utenti e dalle sigle sindacali previsto per mercoledì 24 febbraio, è stato rimandato a giovedì 25 febbraio alle ore 9,30.

domenica 21 febbraio 2010

COMUNICAZIONE URGENTE: REVOCA MANIFESTAZIONE

Il “Coordinamento Salviamo L’Ospedale Santa Lucia” comunica a tutti gli utenti, al personale dipendente ed agli studenti della Fondazione IRCCS S. Lucia che la manifestazione prevista per il 23 febbraio p.v. alle ore 10.00 presso il Ministero della Salute, Lungotevere Ripa 1, è stata momentaneamente sospesa in vista della recente disponibilità del Ministro della Salute ad incontrare il 24 febbraio p.v. una delegazione rappresentativa della Fondazione, composta dalla Direzione, dagli utenti e dalle sigle sindacali.
Al termine dell’incontrò il Comitato provvederà ad emettere un comunicato circa l’esito dell’incontro ed eventuali nuove iniziative che riterrà opportune.
Roma, 21 febbraio 2010.

lunedì 15 febbraio 2010

MANIFESTAZIONE MARTEDI’ 23 FEBBRAIO - ORE 10.00- SOTTO LA SEDE DEL MINISTERO DELLA SALUTE- LUNGOTEVERE RIPA, 1

FONDAZIONE SANTA LUCIA: “LA SITUAZIONE NON E’ ANCORA RISOLTA”

MANIFESTAZIONE MARTEDI’ 23 FEBBRAIO - ORE 10.00 - SOTTO LA SEDE DEL MINISTERO DELLA SALUTE - LUNGOTEVERE RIPA, 1


Roma 15 febbraio 2010. Dopo l’assemblea pubblica di sabato scorso, convocata dal “Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia”, e a cui hanno partecipato genitori, utenti, lavoratori, sportivi e il Direttore Generale dell’Ospedale, è stata decisa una nuova mobilitazione sotto la sede del Ministero della Salute per martedì 23 febbraio, ore 10.00 Lungotevere Ripa 1. La decisione è stata presa alla luce dell’inconsistenza degli atti fino ad ora prodotti dalla Regione Lazio e dal Governo, infatti a tutt’oggi non esiste nulla di scritto che possa mettere al riparo la Fondazione da un’eventuale sospensione delle attività o peggio ancora da una chiusura.
“La sentenza favorevole del TAR e la consequenziale sospensione dei licenziamenti ha fatto tirare un sospiro di sollievo, ma la questione del Santa Lucia è tutt’altro che risolta. Infatti- commentano i promotori del Coordinamento Salviamo L’Ospedale Santa Lucia, Mario De Luca e Carlo Di Giusto- la Regione ancora non ha saldato i conti per le prestazioni già erogate dal 2005 al 2008, mentre il Governo non ha ancora prodotto un nuovo decreto in cui si riconosca alla Fondazione l’alta specializzazione come Centro di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico con lo stanziamento delle relative risorse economiche. Insomma- proseguono Di Giusto e De Luca- dopo un mese dall’occupazione del Santa Lucia la situazione non trova via d’uscita. Con questa manifestazione vogliamo chiedere l’assunzione di responsabilità anche da parte del Governo, visto che la sanità regionale è commissariata, e impegnarlo a produrre un nuovo Decreto che possa risolvere una condizione che rischia di incancrenirsi, mettendo in pericolo la sopravvivenza stessa della Fondazione. “Siamo stanchi - concludono i promotori del Coordinamento- di sentire da parte delle Istituzioni consensi verso l’eccellente lavoro della Fondazione e non veder concretizzate le nostre ragionevoli richieste d’intervento, quindi siamo costretti a tornare in piazza per far sì che il Santa Lucia non finisca nel dimenticatoio politico-elettorale”. “Neanche la questione relativa alla palestra dove ci sono 80-100 utenti tra adulti e bambini in esubero è ancora risolta – dichiara il genitore Melania Fazzino- perché la Regione Lazio non ha ancora provveduto a formalizzare il passaggio tra utenti non residenziali a semi residenziali, passaggio che dovrebbe essere puramente formale”.

Il Coordinamento Salviamo L’Ospedale Santa Lucia
Mario De Luca e Carlo Di Giusto

Per info:06.51501071

AGGIORNAMENTO SITUAZIONE FONDAZIONE SANTA LUCIA


APPELLO DI UN GENITORE: "NON SMOBILITIAMO!"

Alla C.A. genitori ed utenti palestra e del S. Lucia

Carissimi tutti,
a seguito degli ultimi eventi, la presente per aggiornarvi sulla situazione in cui si trova la Fondazione IRCCS S. Lucia ed, in particolare, il servizio extraospedaliero ex art. 26 presso la palestra.
Facendo riferimento alla sentenza del TAR del 29 gennaio u.s., la situazione di crisi del S. Lucia è parzialmente rientrata, nel senso che la procedura di licenziamento per i 241 lavoratori è stata revocata.
Per quel che concerne il decreto n.8, a seguito dell'incontro del 26 gennaio c.a., la Regione Lazio non ha ancora provveduto alla redazione della circolare esplicativa atta a chiarire i punti poco chiari del citato decreto.
Preciso che la situazione non si è sbloccata perché la Regione Lazio ha fatto qualcosa ma perché il TAR si è espresso a favore del S. Lucia.

Nell'ultimo mese, c'è stata una mobilitazione generale non solo da parte dei lavoratori ma anche da parte dei genitori, ed io sono una di loro, dei bimbi della palestra, del comitato "Salviamo l'ospedale S. Lucia" e di altri utenti del S. Lucia.
Grazie al nostro impegno ed alla nostra volontà di portare un problema così importante all'attenzione di tutti, siamo riusciti ad interessare le reti e le testate giornalistiche nazionali. Ciò ha comportato anche un notevole sforzo sul fronte umano: abbiamo messo le nostre vite, i nostri problemi ed i nostri bambini in piazza. E non è stato piacevole.

Adesso al Santa Lucia l'aria è distesa, gli operatori sanitari ed anche noi genitori siamo relativamente più tranquilli.
Ma è importante che sappiate tutti che ad oggi, per quel che concerne la palestra, ci sono circa 80-100 utenti, tra bambini ed adulti, in esubero, perché la Regione non ha ancora provveduto a formalizzare il passaggio degli utenti da semiresidenziali a non residenziali, passaggio in teoria puramente formale, dal momento che non andrebbe ad intaccare il budget assegnato.

Attualmente, vista la situazione di "euforia", i progetti dovrebbero essere riconfermati ma non è escluso che già il mese prossimo si ripresenti lo stato di emergenza che abbiamo vissuto nelle ultime settimane, con conseguente rischio di dimissione o riduzione delle prestazioni. Ed io non intendo rinunciare ad un eccellente servizio che, soprattutto ultimamente, mi permette di gioire dei miglioramenti tangibili che sta facendo mio figlio.

Pertanto, dal momento che la nostra voce si è fatta sentire, Vi prego di mantenervi sempre informati, anche attraverso il personale della palestra, rispetto alle iniziative che verranno intraprese da noi genitori e di partecipare numerosi a tutte le manifestazioni atte a salvaguardare il diritto alla salute vostro e dei nostri bambini.

Un saluto.

Melania Fazzino

martedì 9 febbraio 2010

ASSEMBLEA PUBBLICA

L'assemblea pubblica convocata dal Coordinamento, a cui sono tutti invitati a partecipare, si terrà sabato 13 febbraio alle ore 10,30 presso il Centro Congressi della Fondazione.

Emma Bonino in visita alla Fondazione Santa Lucia

Lunedì 15 febbraio, alle ore 17.30 la candidata Emma Bonino, raccogliendo l'invito dei genitori, farà visita alla Fondazione Santa Lucia.

domenica 7 febbraio 2010

INCONTRO MINISTERO DELLA SALUTE

Domani, 8 febbraio, alle ore 16, il direttore generale della Fondazione Santa Lucia Luigi Amadio, avrà un incontro con il Ministro Ferruccio Fazio al Ministero della Salute.

INCONTRO REGIONE: LETTERA DI UN GENITORE

Sono il babbo di Matteo, 7 anni, in cura alla palestra bambini del S.Lucia.

Venerdì 5 febbraio, con Carlo Di Giusto, il Dott Amadio e due rappresentanti sindacali abbiamo incontrato il VicePresidente Montino.
L'Onorevole Montino ha mostrato interesse ai problemi della Fondazione, ha confermato di essersi attivato per risolverli. Ci sara’ un tavolo tecnico la settimana prossima e un incontro con il Commissario Guzzanti per una decisione su come sanare il pregresso. Parallelamente sta portando la questione all’attenzione del Governo, che dovrebbe poter aiutare la Regione nell’incontrare le legittime richieste del SantaLucia, dei suoi lavoratori, dei suoi utenti.

Ho raccontato la mia storia (quella di tanti altri bambini e dei loro genitori) ho spiegato le nostre motivazioni...fortissime.

In sintesi:
COSA FUNZIONA: le nostre urla stanno arrivando ai giusti destinatari. La sensazione e’ che c'e' davvero interesse a raggiungere un accordo sia per sanare il pregresso sia per riconoscere l'eccellenza della Fondazione.
COSA NON FUNZIONA: ancora nulla di concreto dalla Regione. Ad oggi abbiamo una sospensiva del TAR, ma nessun pezzo di carta, nessuna data certa. I problemi non sono risolti, solo rimandati.
COSA DOBBIAMO FARE? Non fermarci, tenere alta l'attenzione, continuare a farci sentire, piu' forte se possibile ...per i nostri figli.

Un abbraccio.

Luca Mangiavacchi

venerdì 5 febbraio 2010

LETTERA A NAPOLITANO

Alla cortese attenzione della sig.ra Smith
Segreteria particolare della Presidenza
della Repubblica

Oggetto: richiesta incontro con il sig. Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Come anticipato per le vie brevi, con la presente lo scrivente Comitato, costituitosi spontaneamente a seguito delle note vicende riguardanti l’ospedale Santa Lucia e composto da familiari, ex Pazienti e Pazienti della Fondazione, chiede la possibilità che una delegazione, in rappresentanza anche dei 150 bambini attualmente in trattamento, possa incontrare nei prossimi giorni il sig. Presidente della Repubblica per consegnare le circa 50.000 firme raccolte a sostegno della struttura e poter brevemente rappresentare il disagio che Pazienti e Dipendenti stanno vivendo all’interno di una ospedale di eccellenza nota in tutta Italia che rischia la chiusura, se non verranno adottati provvedimenti urgenti a sostegno della stessa.

Nella speranza che la presente istanza possa essere favorevolmente accolta è gradita l’occasione per inviare cordiali saluti.

I PROMOTORI DEL COORDINAMENTO
(Mario De Luca e Carlo di Giusto)

INCONTRO REGIONE

Oggi, alle ore 14,30 si terrà un incontro tra il Direttore generale della Fondazione Santa Lucia, Luigi Amadio, uno dei promotori del “Coordinamento Salviamo l’Ospedale Santa Lucia”, Carlo Di Giusto e il Vicepresidente della Giunta Regionale, Esterino Montino per valutare ulteriori ipotesi per salvare l'ospedale Santa Lucia.

giovedì 4 febbraio 2010

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SUL SANTA LUCIA - 4 FEBBRAIO ORE 14,30

Il 4 febbraio 2010 con inizio dalle ore 14:30 sono in discussione alla Camera dei Deputati alcune interrogazioni parlamentari. Una di queste presentata dagli On. Luciano Ciocchetti, Anna Teresa Formisano ed altri viene rivolta al Ministro della Salute Prof. Ferruccio Fazio relativamente agli attuali gravi problemi della Fondazione Santa Lucia.

Tutti coloro che desiderano seguire l’andamento della discussione possono:

1. essere presenti nell’aula della Camera dei Deputati richiedendo il permesso per assistere alla seduta (Modalità di accesso: presentarsi presso Piazza del Parlamento, 24 muniti di documento d’identità valido circa 45 minuti prima dell’inizio della seduta parlamentare per compilare il modulo di richiesta – Obbligo di indossare giacca e cravatta per gli uomini);

2. seguire il dibattito in diretta video su SKY;

3. seguire lo stesso dibattito collegandosi con il computer al sito internet della Camera dei Deputati all’indirizzo www.camera.it.